Races

 

Warrior Priest on Horse by Shieldwolf Miniatures
  • Warrior Priest on Horse by Shieldwolf Miniatures
  • Talliareum General on Horse by Shieldwolf Miniatures

Warrior Priest/General on horse (dual kit)

Codice prodotto: KoT-01 / 52060000201

19.90

Description

Warrior Priest/Talliareum General on horse (dual kit) (Kingdom of Talliareum)

This product consists of a dual kit that allows the assembly of either one Warrior Priest on horse miniature or one Talliareum General on horse miniature, both of fine quality polyurethane resin. Heads can be rotated to look either front, left or right. This kit includes 2 crosses and 2 books for customisation purposes.  A 50mmx25mm base is included with this product.

This product comes supplied unpainted and requires assembly (glue&paint not included). Pictures are for demonstration purposes only.

 

 

Warrior Priest of Pramendes on horse

Talliareum General of Pramendes on horse

Prete Guerriero / Talliareum generale a cavallo (dual kit) (Regno di Talliareum)

 

Da molto tempo i reggimenti umani avevan perso la speranza. I nemici erano troppo numerosi, troppo potenti, troppo furbi. Gli esseri umani avevano visto tanti dei loro compagni perire mentre stavano fuggendo dalla furia di nemici assetati di sangue. Le loro difese avevano ceduto e le cittΰ si stavano trasformando in cenere. Ora si trovarono circondati e assediati dall'esercito del Regno di Hell in quella che sarebbe probabilmente diventata la loro tomba. Ma anche in questo momento terribile, la razza degli umani avrebbe prevalso e ce l'avrebbe fatta.

 

Lui apparve dal nulla, in sella al suo cavallo da fuori della citta' e carico' il nemico a piena velocita'. Aveva dato un ultimo sguardo ai suoi prima di sellare il suo cavallo. Aveva visto degli uomini distrutti, sentiva la paura radicata dentro i loro cuori indeboliti. Questi non erano piω soldati nι guerrieri. Erano bambini spaventati con delle armi in mano. Avevano visto abbastanza, piω di quanto potessero sopportare. Avevano combattuto ed eran sfuggiti alla morte piu' di una volta. Non θ facile andare a combattere, non e' una favola. Le urla, gli arti tagliati, migliaia di occhi rossastri che ti fissano, la saliva che cola dalle lingue di questi guerrieri infernali che continuavano ad attaccare con quella che sembrava una folle e nauseante sete di sangue.

 

I suoi soldati lo guardavano increduli e lui lo sapeva. Ora stava caricando i loro nemici, migliaia di loro. Ed era solo. Le parole non avrebbero tirato su lo spirito di nessuno. Un atto di vero coraggio sarebbe stato comunque utile. Si scontrς con i primi nemici e creς scompiglio tutto da solo, dispensando colpi letali, uno dopo l'altro. I guerrieri dalla pelle rossa continuavano a venire verso di lui, correvano contro quello che credevano sarebbe stato un bersaglio facile, il pazzo era solo! Ma erano stati ingannati, questo non era un normale cavaliere. Uccise decine di demoni, fino a quando uno piuttosto grande lo raggiunse. Era chiamato Laveyana, aveva un unico corno sulla fronte e combatte' con l'umano per un bel po '. Subito taglio' la testa del cavallo il cavaliere prosegui' la battaglia a piedi, ma il servo del Regno dell'Inferno semplicemente non riusciva a buttarlo giω. I suoi colpi erano potenti, ma non potevano atterrare il suo gracile avversario. Inevitabilmente pago' la sua arroganza e cadde morto sotto i fendenti dell'arma dell'uomo.

Dopo che il suo corpo colpμ terra ci fu sconcerto tra le fila nemiche, gli Assaltatori infernali non potevano credere che il loro eroe fosse morto. Immediatamente scattarono verso esso e si precipitarono a mandare il loro avversario a morire. Ma a quel punto era troppo tardi. Il presidio umano li stava giΰ caricando, essendo stato ispirato dal capo. Era la loro luce, il coraggio incarnato, e non lo avrebbero lasciato morire da solo. Se non altro, sarebbero morti insieme. Tale era il vigore e lo spirito di quella leggendaria carica che la morte aveva fatto visita quel giorno, ma aveva preso le anime dallo schieramento malefico...

 

I racconti della citta' di Pramendes.

Caricando...